Brodo e cappelletti da passeggio, a Cesena apre “Brodino”

September 6, 2016
in Category: Pasta&food
1309
Brodo e cappelletti da passeggio, a Cesena apre “Brodino”

Brodo e cappelletti da passeggio, a Cesena apre “Brodino”

Lo scultore scolpisce, il pittore dipinge, il bravo cuoco fa la sfoglia e il brodo. E’ un lavoro di artigianato, di braccia e pazienza, di sapienza nel dosare gli ingredienti e capacità d’interpretare la durezza di acqua e farina, di trovare il perfetto accordo tra carni, verdure e spezie.
Una volta le nonne avevano mano, occhio e soprattutto tempo. Oggi è sempre più difficile dedicarsi al cibo della tradizione, è un perenne “vorrei ma non posso…” Ma da domani a Cesena ci sarà qualcuno che lo farà per noi, uno che con la tradizione ha avuto a che fare fin da bambino quando seguiva nella cucina del Ristorante La Cerina (aperto nel 1965) la nonna e la mamma mentre tiravano la sfoglia, la piadina o preparavano il sugo per gli strozzapreti già adagiati sulla spianatoia.
Piergiorgio Sacchetti, figlio d’arte, che per anni ha lavorato e imparato davanti ai fornelli del ristorante di famiglia, proprio insieme a Rosanna, la sua mamma, la vera sfoglina della vecchia scuola Cerina (allora capitanata da Maria Ceccarelli, detta Ines, la più grande sfoglina di sempre) ha deciso di cambiare prospettiva mantenendo però fermo il gusto per la sostanza. Dalla sua mente creativa è nato “Brodino”, un luogo contemporaneo, arredato con lo stile dell’essenzialità e il calore dell’antico, da cui si può osservare il passato bevendo un ricco brodo o assaggiando lasagne fatte come Dio comanda.
Nella vecchia bottega artigiana, che si trova in via Fra’ Michelino, le creazioni artigianali fatte fresche ogni mattina con prodotti genuini e del territorio si possono consumare all’interno, portare a casa, o mangiare mentre si passeggia. “La mia famiglia ed io – spiega Piergiorgio Sacchetti – abbiamo dedicato ogni minuto della nostra vita al Ristorante La Cerina. E’ un lavoro serio, faticoso. Non ci si improvvisa cuochi della tradizione. E oggi più che mai credo in questo progetto dove si cerca di unire l’arte culinaria tradizionare con la storia della nostra città. E’ per questo che ho scelto di aprire “Brodino” nel cuore di Cesena, a due passi dalla Biblioteca Malatestiana. La bottega sarà una vetrina per la nostra produzione, dove acquistare, consumare all’interno ma anche consumare passeggiando per le città della nostra meravigliosa città grazie a un opportuno packaging studiato per questa esigenza”.
Un esempio dei prodotti che troverete? Cappelletti di Cesena, passatelli di Cesena, sfoglia lorda, ravioloni ripieni, tagliatelle, tagliolini, pappardelle, quadrucci/monfettini, strozzapreti, gnocchi, lasagne, brodo di carne e brodo di verdure.
“Brodino” sarà aperto già da domani, mercoledì 7 settembre, ma l’inaugurazione ufficiale per presentarsi alla città è prevista per sabato 10 settembre. Un’occasione per assistere a un esempio concreto di fusione autentica e totale tra passato e futuro. Un concetto mentale oltre che una bottega.

Share
, , , , , , ,