Aperto a Cesena il primo Home Restaurant

February 19, 2017
in Category: Pasta&food
1035
Aperto a Cesena il primo Home Restaurant

Aperto a Cesena il primo Home Restaurant

A Cesena è nato il primo Home restaurant, si chiama “Seramattina per amore” e ai fornelli c’è “Chef(fino), cuoco sopraffino…”

Un nome d’arte dietro al quale si nasconde Ruggero Balduzzi, laureato in Scienze Agrarie, abilitato Sab (attestato di somministrazione di alimenti e bevande), esperto in tecniche di conservazione del cibo e industrie alimentari (olio, vino e formaggi). Nonostante il master alla Bocconi, il lavoro di consulente della formazione che l’ha portato a girare il mondo e la sua abilità a costruire gioielli, Ruggero fin da piccolo ha esercitato la sua creatività in cucina. Guardava la mamma, una signora della Varese bene, mentre si dilettava in ricette sofisticate, abbinamenti particolari, ricerche sopraffini di accostamenti culinari e poi, con quello che aveva a disposizione, cercava di rifare quello che aveva visto.

E così, abituato particolarmente bene nella sua infanzia, negli anni a venire si è sempre trattato molto bene in cucina, frequentando di tanto in tanto anche ristoranti stellati dai quali prendeva ispirazione e poi elaborava piatti personalizzati, più vicini al suo gusto.  Così alcuni mesi fa ha pensato di condividere la sua passione per la buona cucina con altre persone. “Prima invitavo gli amici – spiega Ruggero Balduzzi – ora invito chi vuole venire a mangiare alla mia tavola, rientrando almeno delle spese vive”. Il suo Home Restaurant è aperto il venerdì sera e la domenica a pranzo. Ogni tanto anche il sabato sera organizza eventi particolari, come simpatiche cacce al tesoro che coinvolgono sia grandi che piccini.

“Quando ho organizzato la cena e servito tutti, io e mia moglie ci siediamo con gli invitati e mangiamo insieme a loro – continua Balduzzi – mi piace molto quest’aspetto di condividere il pasto e, soprattutto, la conoscenza di persone nuove. Se avessi voluto solo cucinare avrei aperto un ristorante”. “La vera molla che mi ha fatto aprire l’home restaurant – continua Balduzzi – è stata una frase di mia moglie che un giorno mi ha detto: perché non scrivi le ricette? … e per una volta ho ascoltato il consiglio di chi vedeva più lontano perché tante cose buone e nuove si sono perse nella mia memoria per non aver mai scritto una ricetta. E’ nata così la pagina su Facebook Seramattina e poi pian piano gli amici che hanno chiesto di pranzare o di cenare e con le loro richieste il primo abbozzo di home restaurant”.

E sulla nuova legge sugli Home Restaurant, già passata alla Camera e partorita proprio a Cesena, cosa ne pensa? “Penso che vada bene, anche perchè non è giusto che uno apra un home restaurant e cucini tutti i giorni. Così è un ristorante…Il concetto di home restaurant dev’essere diverso”. La filosofia di Ruggero Balduzzi in cucina è “vedo/sento/cucino”, un modo basico istintivo che presuppone molta esperienza e tanta ispirazione. Un esempio di menù? Brodo di manzo (con osso di fiorentina) e ravioli con compenso di raviggiolo, broccoli e un’ombra di limone. Per secondo sella di coniglio liscia (la parte più pregiata) con carciofi. Il dolce? Biscotti al limone cucinati sul momento, ancora caldi. E per terminare agli ospiti viene offerto un buon caffè valdostano (caffé, grappa valdostana, zucchero, scorzette di limone e di arancia). I posti a disposizione nell’home restaurant cesenate (che si trova in via Anita Garibaldi 28) sono otto, i bambini mangiano gratis (menù ad hoc per loro) mentre gli adulti solitamente – a seconda del menù – spendono 35 euro a testa compreso il servizio babysitter.

Share
, , , , , , , ,