Colazioni internazionali, romagnole o salutiste a Cesena: ecco dove andare

November 24, 2016
in Category: Turismo
692
Colazioni internazionali, romagnole o salutiste a Cesena: ecco dove andare

Colazioni internazionali, romagnole o salutiste a Cesena: ecco dove andare

Non so voi ma io sento già odore di Natale. Sarà l’effetto delle luminarie ma una semplice passeggiata in centro mi fa venire  un’improvvisa voglia di crepes, gauffres o di vin brulé. In questo periodo al solito caffè d’orzo lungo sostituisco volentieri una cioccolata calda, magari accompagnata da golosi biscotti alla cannella. Ed è proprio di questo che voglio parlarvi oggi: di colazioni o spuntini un po’ speciali con contaminazioni internazionali, alcune molto salutiste, altre golose fino alla commozione. A Cesena c’è veramente un’ampia scelta e non stiamo parlando della classica, ma pur sempre buona, brioche che si trova in tutti i bar e che ultimamente è diventata vegana, al carbone, integrale…, ma di colazioni più impegnative, quelle che alla domenica si trasformano in brunch e ci fanno tirare avanti fino allo spuntino del pomeriggio. Alternative al tradizionale pranzo in grado di soddisfare sia i sensi che la pancia.
Per dare un’idea della dimensione del fenomeno citiamo solo alcuni dei bar del centro più riforniti di colazioni un po’ particolari. Non ce ne vogliano gli altri, ma è impossibile citarli tutti.
Da Enoteca Vivì, in via Cesare Battisti, a colazione si può trovare un’ampia scelta di torte, da quelle vegane alla buonissima Buchweizen (grano saraceno) con composta di mirtilli rossi all’interno. Torta tipica dell’Alto Adige, ottima per le proprietà nutritive del grano saraceno, è una gioia trovarla anche in centro a Cesena e non solo sulle piste di sci. Ma da Vivì ci sono anche brioche integrali e pezzi salati con semi di papavero o di sesamo.
Da Pappa Reale, in via Fra’ Michelino, le colazioni, da sempre, sono molto particolari. Si possono trovare pancake, banana bread, cookie, smoothies, pane integrale o con semi, granola, succhi di frutta, caffe di qualità con filtraggi speciali, torte, muffin, porridge, uova, bacon e waffle.
Anche da Wilson, in via Martiri della Libertà, Chiara prepara personalmente le torte, da quelle alla carota e mandorle alla torta “Zia Carla” realizzata con estratto di frutta e polpa di frutta. Da provare.
Da Nero Sublime, in Corte Dandini, si trovano i classici muffin di varie dimensioni e vari gusti, un ottimo pancake americano e tisane inglesi per tutti i gusti.
Da Mascherpa, in via Garibaldi, si può fare la colazione assaggiando un dolce dal sapore antico ma sempre buono come quello delle peschine romagnole artigianali e lo strudel ricco di mele prodotto artigianalmente. Sapori diversi ma che entrambi ricordano la dispensa della nonna.
Dietro al bancone del rinnovato Caffè di Piazza del Popolo a viziare i clienti con succhi biologici (di uva, carota, mirtillo e fragola) artigianali c’è Marina, che gestisce anche una fattoria biologica a Brisighella “Ca’ di Bello”, da cui provengono i succhi e molta frutta e verdura che utilizza nel suo locale. Marina, insieme alle sue due socie, realizza anche la Chocholate Pie, torte vegane, i biscottini, le mandorle tostate. Il sabato e domenica nella saletta in basso c’è uno spazio tutto a disposizione di mamme e bambini.
Da Maison Lulù, in piazza Fabbri, si torna un po’ alle buone abitudini della vecchia bottega. Pane fresco e affettati tagliati sul momento. Vengono pesati nella carta del salumieri e poi farciti in tempo reale. Si può assaggiare anche un ottimo succo di melograna, cappuccini alla soia e il sabato e la domenica brunch per tutti con quiche salate, verdure e uova.
Al Caffeina, in via Garibaldi, si trovano Meringhe e muffin al caramello e alla Cantera, in piazza Guidazzi, la domenica è sempre brunch con uova in camicia, bacon, patate saltate, pancake, yogurt con cereali e caffè americano.
All’Atelier del Caffè si va di cioccolata: si può gustare in tazza, sulle crepes o nei buonissimi biscotti. Tutto sa di cioccolata e a Natale un mondo così goloso è il sogno di tutti i bambini, anche di quelli un po’ cresciuti.
Alle vie del Caffè, in corso Sozzi, si trovano i panini integrali con marmellata senza zucchero per chi non vuole sgarrare mai, i canestrelli tipici biellesi, degli ottimi marron glacè e i vari caffè lavorati o caffè dessert.
All’ex Cafè, in via Mulini, si trovano torte molto golose: al cioccolato, con fragole e panna, ma anche un’alternativa più leggera per chi, come la maggior parte dei clienti che frequentano il locale, deve studiare o frequentare le lezioni universitarie.
Tuttogelato è una gelateria ma fa delle paste siciliane da sogno, unica nel panorama cesenate.
Una segnalazione anche per Scottadito, in via Angeloni, che è un ristorante pizzeria, ma la domenica apre le porte agli amanti del brunch con cibi internazionali ed estratti di frutta.
Non abbiamo, volutamente, parlato di pasticcerie, un altro universo da scoprire e sicuramente qualche bar del centro non sarà stato citato. Chi ha delle proposte particolari e diverse dalle brioche può scrivermi a bettaboninsegna13@gmail.com che volentieri lo inserisco.

Share
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,