Il cesto natalizio: idee per un regalo creativo e personalizzato

November 30, 2016
in Category: Pasta&food
991
Il cesto natalizio: idee per un regalo creativo e personalizzato

Il cesto natalizio: idee per un regalo creativo e personalizzato

Utili e gustosi. Questi sono i regali che preferisco confezionare a Natale per gli amici che veramente contano. E solitamente riesco a coniugare queste due caratteristiche con un cesto. Se ne possono creare di tutti i tipi, dai più seri a quelli molto divertenti. Tendenzialmente non amo quelli già confezionati perché mi tolgono il piacere di pensare alla persona che dovrà scartarlo e cercare i componenti giusti per sorprenderla, gratificarla o coccolarla. Innanzitutto si parte dalla cifra che si vuole spendere: è un avvio po’ ragionieristico ma fondamentale. Se si sfora per ogni cesto che si deve preparare, alla fine, più che regali diventano mazzate…e si perde anche il gusto.
Stabilita la cifra si definisce quale sentimento si vuole destare nella persona a cui è destinato il cesto. Solitamente si regala quello che pensiamo possa incontrare il gusto del destinatario, ma bisogna stare attenti a non essere troppo scontati. Altrimenti che regalo è?
Ci sono cesti creativi dove addirittura si può inserire sia cibo che prodotti di bellezza, l’importante è mantenere sempre un filo rosso. Un esempio? Il pepe. Tra i componenti principali del cesto possono esserci un bagnoschiuma o un profumo al pepe rosa, un moderno e comodo macina pepe, un pecorino stagionato al pepe nero, una bella confezione di sale di Cervia (perchè il pepe senza sale non può stare…). Si infila tutto in un cesto chiuso (di piccole dimensioni, mai lasciare spazi vuoti) con corda colorata e un peperoncino bello piccante per decoro.
O la menta. Si acquista una bella confezione di crema per il corpo alla menta, i cioccolatini After Eight (cioccolato e menta) che fanno molto vintage, tisana o tè alla menta piperita e se vogliamo anche uno sciroppo alla menta essenziale e naturale. Si può usare un cesto normale con l’accortezza, però, di mettere al posto della paglia chiara, paglia colorata di verde che dà l’idea di erba.
Si possono fare anche cesti sobri ma utili: olio (bio o normale), parmigiano reggiano, pasta di Gragnano o Senatore Cappelli, un aceto di miele ottimo da assaggiare anche su verdure, passata di pomodoro bio, e un segno natalizio dato da un panettone artigianale ai frutti rossi o con scaglie di cioccolata.
Perchè non fare un cesto a tema regionale? Siete pugliesi? Cercate un negozio che abbia ottimi prodotti pugliesi e aggiungete un libro di un autore della vostra regione molto conosciuto. Oppure i bolognesi potrebbero regalare tortellini (fatti artigianalmente, mi raccomando), un bel pezzo di mortadella e un cd di Guccini, di Dalla o di Carboni. Primo, secondo e musica.
Esiste anche il cesto golosissimo, dove la parola d’ordine è zucchero, mandorle, miele, cioccolata. Oppure il cesto artigianale. A fine estate avete fatto marmellate, passate di pomodoro e magari nocino? Ecco un bel cesto con prodotti vostri, buoni e genuini. Non dimenticatevi di fare le etichette tutte simili e con un vostro stile e magari aggiungetevi anche le ricette. E per chi ama il mare potete cercare una cassetta in stile provenzale e comporla con alcuni prodotti di mare sotto sale, aggiungere una confezione di pillole all’olio di pesce (ricche di omega 3) e un piatto a forma di pesce.  Ricordate anche che un cesto di frutta e verdura fresca è sempre apprezzatissimo e molto bello da vedere e infine un bel cesto “liquido” fa sempre la sua figura. Liquido come una bottiglia di whisky torbato, una piccola bottiglia di spumante italiano metodo classico e, perchè no, un dvd che racconta una struggente storia d’amore.
Come vedete le idee non mancano, l’importante è mettersi al lavoro e avere un po’ di tempo per cercare gli oggetti giusti da comporre. Vi assicuro che vi divertirete tanto che, alla fine, il regalo l’avrete fatto anche a voi.

Share