“Il cioccolato? Io lo uso per cappelletti e piadina”

March 20, 2017
in Category: Pasta&food
591
“Il cioccolato? Io lo uso per cappelletti e piadina”

“Il cioccolato? Io lo uso per cappelletti e piadina”

E’ così magro e asciutto che non corrisponde alla classica idea del cuoco dietro ai fornelli né del gran goloso di cioccolata. Eppure Davide Oldani, chef noto per aver inventato la cucina Pop (alta qualità a prezzi accessibili), ammette di amare molto il sapore della cioccolata, soprattutto quella dolce ed equilibrata.
“Ci sono clienti che vengono al D’O, il mio ristorante di Cornaredo, che vogliono solo la cioccolata amara, col 90% di cacao. Tra l’altro è diventata anche una moda, come quella di bere il caffé amaro… – spiega Oldani – Che devo dire a me non piacciono i gusti troppo amari, mi sembra che siano poco armonici ed equilibrati. Preferisco la cioccolata che non supera il 75% di cacao.”
E proprio oggi Davide Oldani è venuto in Romagna, più precisamente a Vecchiazzano di Forlì, per presentare la nuova linea di cioccolata “Armonia” che ha realizzato insieme ai maestri cioccolatieri Gardini. Lui ha scritto la ricetta e loro hanno terminato il lavoro con la loro professionalità di azienda storica e pluripremiata.
Ma Oldani per quali piatti utilizza la cioccolata nel suo ristorante?
“Per esempio preparo i cappelletti tirati con la sfoglia al cacao ripieni di crema ganache e serviti con fontina e uvetta passita e piccante – spiega lo chef milanese – oppure cucino il riso con la liquirizia e sopra ci appoggio una cappasanta e una spolverata di cioccolata fondente. E’ fantastico. Il risultato è quella cioccolata lì che ho prodotto, fondente alla liquirizia Amarelli. E per i romagnoli doc anche la piadina calda con cioccolato grattugiato all’interno servita con squacquerone o fossa”.
Insomma che dire? Più cioccolata per tutti… ma soprattutto che sia cioccolata buona.

Share
, , , , , , , , , , , , ,