L’atto d’amore di una tisana

November 30, 2020
in Category: Ricette per giorni felici
176
L’atto d’amore di una tisana

L’atto d’amore di una tisana

Quando la sera, entrando in punta di piedi nella notte, sta per finire, so che è arrivata l’ora di farmi accompagnare da un’amica rassicurante: una tisana alla valeriana.

A volte la tradisco con la camomilla o, quando voglio fare l’originale col tiglio, ma le mie preferite sono sempre loro. Le tisane. Acqua calda aromatizzata.

Ma ho detto molto: acqua calda, come il liquido amniotico che ci ha cullato per 9 mesi nel ventre di nostra madre. Un ricordo atavico, consolatorio, che porta con sè sia la calma che la forza della vita che si sta formando. E poi gli aromi dati da erbe, semi o radici (della vita) che, con generosità, si lasciano andare in quel vortice di calore avvolgente, regalando il loro sapore a chi di sapore non ne ha. Disperdersi non è la parola giusta perché fa venire in mente un’operazione di annullamento. La parola giusta è mischiarsi, confondersi, amalgamarsi.

Tutte parole che chimicamente presuppongono una diluizione, ma a livello di spirito parlano di amore, di fusione. E’ il miracolo di quando un corpo entra nell’altro. L’erba o i semi che sono fatti galleggiare per qualche minuto nell’acqua calda sono protagonisti di un altissimo atto d’amore. E noi, bevendo la tisana, possiamo coglierne tutto il valore. Il nostro cuore ne trarrà diversi benefici per l’intera nottata.

 Betti

Share