Raw food: la filosofia dell’affettare e frullare

February 23, 2017
in Category: Pasta&food
673
Raw food: la filosofia dell’affettare e frullare

Raw food: la filosofia dell’affettare e frullare

“Non uccidete né uomini, né animali, né il cibo che va nella vostra bocca… se vi nutrite di cibi vivi questi vi vivificheranno, se uccidete il vostro cibo, il cibo morto vi ucciderà… la vita viene dalla vita, dalla morte viene sempre la morte… ciò che uccide il vostro cibo, uccide anche le vostre anime… i vostri corpi diventano ciò che mangiate, come le vostre anime diventano ciò che voi pensate… Questa frase si trova nel Vangelo Esseno della Pace, scoperto negli archivi Vaticani nel 1947 dal filosofo, psicologo e archeologo Edmond Bordeaux-Szekely.
Del resto l’uomo, prima di scoprire il fuoco, si cibava essenzialmente di bacche, frutti o comunque prodotti essenzialmente crudi. Dopo la seconda metà del 1900 è tornato in auge. Dopo essersi curato dall’ittero con una dieta a base di mele crude, il dottore svizzero Maximilian Bircher-Benner inventò il muesli. Nel 1987 fondò un centro di cura che ancora oggi è attivo.
Il raw food è attivo da molti anni, soprattutto in America. E’ conosciuto anche come igienismo naturale: uno stile di vita che promuove un’alimentazione sana e naturale escludendo l’utilizzo di medicine.
Il crudismo si divide tra coloro che sostengono lo stile vegan, vegetariano o addirittura onnivoro. Il crudista vegetariano fa uso di latte, uova, e miele, l’onnivoro aggiunge carne e pesce crudi.
Nel crudismo i cibi non sono sottoposti a calore superiore ai 42°, una temperatura che non permette di distruggere enzimi e tutte le qualità nutrizionali.
Al posto della cottura i cibi vengono tagliati, affettati, frullati, centrifugati, marinati o disidratati.
Il consiglio è di iniziare in maniera graduale, cominciando sostituendo le colazioni, poi le cene e infine i pranzi. Sembrerà molto difficile per chi fa una vita frenetica ma basta organizzarsi preparando i cibi nei momenti liberi. Crackers, hamburger o polpette vegetali sono ottimi da mangiare fuori, durante la pausa pranzo dal lavoro. Potrete preparare anche barrette energetiche per i vostri spuntini

Share